top of page

Anche le Ipab venete incluse nei contributi

Gli emendamenti dei senatori veneti del PD per correggere il testo del governo

Gli istituti erano stati esclusi a causa della mancata riforma della Regione Veneto



I senatori veneti del Partito Democratico chiedono un aiuto concreto per sostenere le Ipab, gli Istituti pubblici che offrono assistenza a oltre 30.000 anziani e 10.000 persone disabili, la cui mancata riforma da parte della Regione Veneto ha lasciato scoperti dal sostegno economico previsto dal governo per fronteggiare i rincari dell’energia.

Ieri i senatori Andrea Martella, Beatrice Lorenzin, a Sandra Zampa, Andrea Crisanti, hanno presentato tre emendamenti al decreto Aiuti Quater con cui chiedono la modifica della norma in modo da includere tra i beneficiari anche le ex Ipab, del Veneto non ancora trasformate in aziende di servizi.

«Correggiamo con questi provvedimenti una stortura generata dagli inspiegabili ritardi della Regione Veneto. La mancata riforma delle Ipab che attendiamo da oltre venti anni rischiava di mettere in gravissima difficoltà le strutture che assistono decine di migliaia di anziani e di costringerle ad un aumento significativo delle rette. Sarebbe stata una sorta di ‘tassa occulta’ applicata dalla Regione alle famiglie venete», commenta il segretario regionale del PD, Andrea Martella.

Comments


bottom of page