top of page

Centro commerciale Due Carrare bocciato dal ministero

Secondo la soprintendenza, ufficio periferico del ministero dei Beni culturali, la costruzione del nuovo centro commerciale previsto a Due Carrare, in provincia di Padova, “parrebbe compromettere e creare forti criticità alle interrelazioni con il contesto, come motivato nel parere contrario espresso nel 2013 dalla stessa Soprintendenza nel procedimento di Via al precedente progetto, poi archiviato”. In particolare, il maxi mall di Due Carrare potrebbe “incidere sui valori di paesaggio del luogo, depauperandone le peculiarita’ culturali e turistiche rese dai Colli Euganei e dai territori confinanti a vocazione agricola”. Lo ricorda la deputata del Partito Democratico Giulia Narduolo, dicendosi soddisfatta della risposta ad una sua interrogazione sul centro commerciale ottenuta dal ministero dei Beni culturali. Anche il ministero dell’Ambiente ha sollevato un rilievo, continua Narduolo. “Dalle verifiche effettuate sulle mappe di pericolosità idraulica, il sito su cui è prevista la realizzazione del centro commerciale risulterebbe interessato da aree a pericolosità e rischio idraulico”. Dal governo, insomma, “giunge un sostegno alle istanze di contrarietà provenienti dal territorio”, conclude Narduolo, auspicando che anche la Regione si esprima sul punto. “Chiaramente non saremo tranquilli fino a quando il progetto del centro commerciale non verrà ritirato”.

Comments


bottom of page