top of page

Femminicidi, Martella: «se una donna denuncia va creduta e protetta»



«Il drammatico femminicidio di Vanessa Ballan ci pone di fronte a molti interrogativi. Si poteva evitare, dando seguito alla sua denuncia per stalking? Emerge in questa vicenda, come in altre, quanto sia necessario non sottovalutare i segnali di allarme, dare credito alle donne che denunciano e ricorrere di più e meglio alle misure cautelari e al braccialetto elettronico, misure che l’ultima legge approvata all’unanimità ha rafforzato. Gli operatori della giustizia devono essere formati e specializzati proprio per riconoscere le dinamiche dalla violenza maschile e tutelare le vittime e per questo come opposizioni abbiamo stanziato fondi in manovra. Salvare la vita alle donne che denunciano deve essere un’assoluta priorità, al limite anche eccedendo nella precauzione. Siamo in presenza di un fenomeno troppo grave e ogni minimo segnale di rischio può fare la differenza in termini di vite salvate e messe in sicurezza». Lo dice il senatore Andrea Martella, segretario regionale del Pd Veneto, che sottolinea: «La violenza contro le donne è un fenomeno strutturale di natura culturale. Per debellarlo serve un cambiamento culturale profondo, ma nel frattempo le donne vanno credute, sostenute e protette dai carnefici».

コメント


bottom of page