top of page

Una task force in Veneto per la sicurezza sul lavoro

Il segretario regionale del PD Martella chiede un patto per la sicurezza sul lavoro che coinvolga tutte le istituzioni e i soggetti coinvolti sul territorio 



«La tragedia di Casteldaccia in provincia di Palermo colpisce tutto il Paese. Cinque operai strappati alla vita da un incidente sul lavoro ed un sesto che lotta tra la vita e la morte. Una strage che segue quella del supermercato in costruzione a Firenze, della manutenzione alla centrale idroelettrica in Emilia Romagna, e che indietro nel tempo ci porta alla Thyssen di Torino. Ogni giorno mediamente tre persone non rientrano a casa perché vittime sul lavoro e il Veneto  è purtroppo ai primi posti in questa terribile classifica. Le frasi di circostanza non bastano più e le istituzioni sono chiamate, come ha detto il Presidente Mattarella a fare molto di più. Per questo il Partito Democratico del Veneto da tempo ha lanciato la proposta di un “patto per la sicurezza sul lavoro” che coinvolga tutte le istituzioni territoriali interessate. Sollecitiamo l’istituzione di una task force con le istituzioni interessate, a partire dalla Regione, e di cui facciano parte i sindacati, le associazioni datoriali, l’Istituto nazionale del lavoro, l’Inps, l’Inail, le Aziende sanitarie, l’Anmil, e tutte le organizzazioni a vario titolo coinvolte per mettere a punto una strategia che riduca i rischi e incrementi gli standard di sicurezza. Servono più ispettori e più controlli, servono più presidi territoriali, occorrono più investimenti in formazione e la promozione di una cultura della legalità nel lavoro che si traduca non solo nel rispetto delle regole ma soprattutto nella consapevolezza che sulla vita dei lavoratori non si può risparmiare. Non è quella la leva della competitività. Su questo il PD veneto è pronto a fare la sua parte e auspichiamo che possa esservi una convergenza anche da parte delle altre forze politiche sul territorio». A chiederlo il segretario regionale del Partito democratico, Andrea Martella.

Comments


bottom of page