Lavoro, Pd piattaforma del Veneto futuro

Aggiornamento: 13 mag


"Il Veneto ha bisogno in questo momento di un nuovo progetto per lo sviluppo e per il futuro. Il Veneto è una grande regione e che oggi deve puntare con forza sul lavoro di qualità, fatto di un mix di innovazione, sostenibilità ambientale e digitalizzazione delle nostre imprese per renderle più forti e più competitive sui mercati internazionali. Dopo due anni di pandemia è certamente molto difficile e con le conseguenze economiche della guerra". Lo ha detto il segretario regionale del Partito democratico, Andrea Martella, a margine dell'Agorà 'Il lavoro nel Veneto che cambia' organizzata dal Pd a Padova a cui hanno partecipato il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, e tutti gli attori economici della regione.


"Con l'Agorà sul lavoro abbiamo messo insieme tutte le categorie economiche, dalle forze produttive a quelle sociali alle rappresentanze di categoria per discutere di come uscire da questa situazione e di come elaborare un nuovo patto sociale che determini una nuova linea di sviluppo", ha spiegato Martella. "il Partito democratico vuole diventare una piattaforma per costruire insieme le basi del futuro sviluppo della nostra regione".


Il ministro Orlando dal canto suo ha messo in evidenza le principali questioni da affrontare a breve: demografia in calo drastico, difesa del potere di acquisto e quindi aumento dei salari, riduzione delle precarietà e quindi necessità di far rispettare i contratti di lavoro.


Dopo l'introduzione della responsabile lavoro della segreteria regionale Vanessa Camani, all'iniziativa hanno partecipato con propri contributi l’economista Bruno Anastasia, Tiziana Basso, Segretaria regionale CGIL Veneto, Patrizio Bertin, Presidente Confcommercio Veneto, Roberto Boschetto, Presidente Confartigianato Veneto, Enrico Carraro, Presidente Confindustria Veneto, Cristina Giussani, Presidente Confesercenti Veneto, Gianfranco Refosco, Segretario regionale CISL Veneto, Matteo Ribon, Segretario CNA Veneto, Gaetano Stella, Presidente nazionale Confprofessioni e Roberto Toigo, Segretario UIL Veneto.


All'Agorà hanno partecipato oltre cento persone in presenza e 67 collegate da remoto. Nei prossimi giorni pubblicheremo il video integrale dell'evento e, in seguito, una raccolta di testi dei principali interventi e contributi.